L’isola di Arbe

L’isola di Arbe (Rab) fa parte del archipelago della baia del Quarnero Adriatico. Oltre alla cittá antiqua che porta il steso nome della isola – Rab, nella isola si sono sistemati 7 posti idilici: Barbat, Banjol, Palit, Kampor, Mundanije, Supetarska Draga e Lopar. Rab è popolata da 9.000 abbitanti che vivono più o meno dalla agricoltura , pesca , costruzione navale e turismo che puo vantarsi da una tradizione di più di 120 anni.
Lunga storia della cittá di Rab incomincia da 10 anni prima di Cristo, cuando in un documento romano per la prima volta si nomina la cittá di Rab, che l’ imperatore romano Oktavijan August pronuncia il municipio e approva la sua indipendenza. Rab in quella epoca era giá una cittá civilizata e svilluppata, e questo si puo vedere dal fatto che gli abbitanti godevano il lusso d’acqua corente , balneari, il teatro , tempii , le vie ordinate. Questi fatti mostrano che Rab sorge anche molto più prima del essere nominata in uno degli documenti ufficiali.Si deve menzionare anche la persona Marino che è nata a Lopar da primadi circa 17 secoli. Questa persona poi è andata in Italia a predicare cristianitá, ma è stata perseguita e si è rifuggiata sulla collina Titan dove ha costruito una chiesetta. Sulla base di quella chiesetta doppo nasce piccola cittá – stato di San Marino.
Oltre a una ricca storica e culturale eredita la attrazione della isola di Rab ( oltre al sole , mare , amore ) è accentuata dalle molte valle di sabbia ,spiaggie con piccoli sassolini e di pietra, esuberante vegetazione e ricca fauna, svilluppato subacqueo , attraente per tutti gli amiratori di nuoto sotto l’acqua, le grotte con le passeggiate ordinate e infine tantissime piccole isolete. Piacevole, tante volte menzionato il clima Mediteraneo, che si distingue dalle estate caldi ed inverni mite, fa una raggione in più di visitare la isola di Rab durante tutto l’anno, sia d’estate che d’inverno.